Finals NBA 2009: Preview


Dopo un lungo cammino, composto da 82 partite di stagione e 3 turni di playoff, siamo giunti alle tanto attese Finals. Durante questi playoff non sono di certo mancate le sorprese. Ad Ovest, nonostante qualche difficoltà, i Lakers hanno raggiunto le finali come ampiamente previsto da tutti durante la stagione. Ad Est  le cose sono andate diversamente. Non ci saranno nè Cavs nè i Celtics che erano le due squadre favorite all’inizio della stagione, ma ci sarannò gli Orlando Magic.

Iniziamo con i Magic, la squadra che più di tutti ha sorpreso in questi playoff. Lo scorso anno disputaranno una buona stagione regolare chiudendo al terzo posto la regular season ma poi furano eliminati al secondo turno dai Pistons. Quest’anno sono arrivati nuovamente terzi in stagione regolare e iniziavano i playoff con la paure e i dubbi dello scorso anno. Orlando infatti è una squadra perimetrale che basa il suo gioco sul tiro da tre e questo è un gioco adatto per la stagione regolare ma non ai playoff dove le difese si stringono e la pressione si alza. O almeno è questo quello che si diceva, fino a quest’anno. Con pochissimi ritocchi i Magic sono riusciti a raggiungere le Finals, battendo prima i Sixers, poi i Celtics ed infine i Cavs di James.

Durante la stagione i Magic hanno dovuto fare a meno di Jameer Nelson, playmaker titolare della squadra nonchè uno dei leader dei Magic. Fermo per più di metà stagione è stato sostituito da Rafer Alston proveniente dagli Houston Rockets. Un giocatore poco disciplinato e poco adatto a guidare una squadra fino in fondo ed invece Alston è riuscito ad entrare nei meccanismi della squadra ed è diventato una parte importante di questi Orlando.

I Magic durante questi playoff sono diventati una squadra vera. Non si sono sciolti nei momenti difficili e hanno dimostrato che con un basket perimetrale è possibile fare strada ed arrivare fino in fondo. Hanno battuto la squadra più forte della stagione, i Cavs, dominandoli in gara 6, lasciando l’amaro in bocca a David Stern che sognava una finale tra Kobe e James.

Lasciamo la Florida e voliamo in California a Los Angelese, dove i Lakers quest’anno fanno sul serio. Le Finals del 2008 sono solo un brutto ricordo. Dopo la finale dello scorso anno schiacciati dai Celtics i Lakers si sono rimboccati le maniche per poter raggiungere nuovamente le Finals.

I Lakers hanno dominato la loro conference per tutta la stagione faticando però un pò più del previsto durante i playoff. Hanno faticato contro i Rockets vincendo la serie solo in gara sette, nonostante le assenze di McGrady e Yao Ming che si è rotto proprio durante la serie contro i Lakers.

Per LA è la secondo finale di fila. Il nucleo è lo stesso dello scorso anno ma con un Ariza sano ed in grado di poter dire la sua sul campo da basket. Bryant è arrivato alla sua sesta finale NBA e farà di tutto per vincere il suo quarto titolo NBA. Il supporting cast è solido e pronto ad aiutare il bistecca a raggiungere il suo obiettivo. Questa, come dicevamo, è la secondo finale NBA nel giro di due anni il che potrebbe fare tutta la differenza del mondo anche se questi playoff ci hanno insegnato a non dare mai per finita una serie se ci sono i Magic in mezzo.

~ di dannygpl su 1 giugno 2009.

Una Risposta to “Finals NBA 2009: Preview”

  1. dopo il pronostico di Obama ……… eravamo sicurissimi!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: